biologico

Il Rapporto Bio Bank certifica, per l’ennesima volta, quello che può essere considerato come un autentico boom del biologico. Sono state passate al setaccio oltre 9mila aziende che già di per sé rappresenta un aumento del 6% durante gli ultimi cinque anni. Ci riferiamo ad aziende che operano nella vendita di cibo biologico e che quindi operano in diversi modi: dagli e-commerce ai ristoranti, passando per agriturismi e negozi “semplici”.

In particolare, comunque, è il settore e-commerce che è cresciuto più di tutti: +134%. Più nello specifico si è passati da 147 siti che furono registrati nel 2013 ai 344 dello scorso anno. Percentuale in positivo anche per mercatini (+3%), mense scolastiche che prevedono un’alimentazione bio (+6,1%) e i già citati negozi specializzati (+12,5%).

Lombardia, Emilia Romagna e Toscana sono le regioni che trainano questi numeri con rispettivamente 1417, 1312 e 1126 imprese registrate che operano nel settore bio.

Ovvio che anche multinazionali come Barilla si siano interessati al settore, proponendo linee di prodotti biologici.