Com’è noto, il pesce è uno degli alimenti che più riesce ad “incastrarsi” all’interno di una dieta sia per la salute che per mantenere la giusta linea.

Queste diete prevedono il consumo di pesce circa 2-3 volte e alla settimana ma sono davvero tante le varietà che vengono offerte al consumatore.

Il pesce contiene proteine che aiutano l’organismo a costruire della massa magra, senza contare quelle che riescono a regalare un senso di sazietà. Anche il metabolismo, il cui equilibrio è sempre ricercato dalle diete ritenute più efficaci, riceve sostanziosi benefici, il tutto sottolineando anche l’apporto di zinco (utile per la tiroide) e vitamine B. Per chiudere il quadro, il pesce regala grandi quantità di Omega 3 e antiossidanti, entrambe le sostanze “amiche” del peso forma.

Quali sono i pesci da prediligere? Quelli di piccola taglia: sgombri, alici, acciughe, pescato in mare. Quest’ultimo apporta una maggior quantità di “grassi buoni”. Da consumare con moderazione, invece, tonno, pesce spada e altre varietà di pesce di taglia grande.