Questi elencati di seguito sono i principali fattori di rischio di infarto cardiaco.

Età

Purtroppo, l’aumento dell’età corrisponde a una maggiore facilità di insorgenza dell’infarto cardiaco. In pratica, più l’età avanza, più è probabile avere problemi di cuore.

Diabete

Chi soffre di diabete ha maggiore rischio di infarto, in particolare quando si parla di diabete di tipo 2 cioè mellito, cioè non congenito che si presenta nell’adulto.

Obesità

Chi è obeso e ha problemi di peso, è più facile che possa soffrire di infarto. I problemi di peso hanno a che fare spesso con la sedentarietà e l’accumulo di grasso nel sangue, altri fattori di rischio tipici dell’infarto del miocardio.

Colesterolo alto

Soffrono di infarto in particolare le persone che hanno un livello di colesterolo nel sangue molto alto, cioè superiore a 200. Il colesterolo è un denso grasso di origine animale che con il tempo si deposita nelle arterie, restringendo il passaggio del sangue. Aumenta così la pressione e si assise all’ipertensione. Quando il colesterolo tappa del tutto le vene, il flusso sanguigno che arriva al cuore si blocca e il muscolo si arresta con conseguenze anche letali, soprattutto negli anziani.

Fumo e alcool

Tra le cattive abitudini che portano a un maggiore rischio di infarto ci sono i soliti sospetti, cioè fumo e alcool. Sebbene alcuni sostengano che bere un bicchiere di vino rosso al giorno aiuti il cuore, per la medicina la dose sicura di alcool da assumere è pari a zero senza alcun tipo di discussione. Il fumo mette sotto sforzo cuore e polmoni, provoca ischemie e problemi di salute vari perciò meglio smettere il prima possibile.

Sedentarietà

Infine, chi ha uno stile di vita sedentario è più soggetto al rischio di infarto. Il cuore è un muscolo e come tale, lo si può allenare; bastano 30 minuti di esercizio fisico al girono per mantenere il cuore sano e attivo, contrastando l’azione dell’invecchiamento.  L’esercizio fisico può esse svolto anche in casa in base alle capacità motorie della persone che viene aiutata da una badante Roma.

Di Grey